21 aprile 2018
Aggiornato 18:30
Asl To4

Pulizie all’ospedale di Ivrea, la dirigenza dell’Asl To4 incontrerà i sindacati

A dirlo è stato l’assessore alla Sanità regionale, Antonio Saitta. Saranno valutate le iniziative rivolte al giusto trattamento dei lavoratori, “però non si possono modificare le condizioni contrattuali in corso di appalto”

IVREA - «La direzione dell'Asl To4 è disponibile a incontrare i sindacati per valutare ogni iniziativa rivolta al giusto trattamento dei lavoratori, ricordando però che non si possono modificare le condizioni contrattuali in corso di appalto senza motivazioni oggettive», a parlare è l’assessore alla Sanità regionale, Antonio Saitta, a proposito dell’appalto per le pulizie all'ospedale di Ivrea.

La gara d’appalto risale al 2013 e riguarda presidi e sedi della ex Asl To2 e dell'Asl To4 e ha una durata di 60 mesi. Quanto alle condizioni contrattuali invece, si apprende dalle parole di Saitta, scadono il 31 marzo 2020 e sono regolate dal capitolato originario dell’offerta Eporlux, alla quale è subentrata, mantenendo le stesse condizioni, Cm Service. «L'aggiudicazione è vincolante», ha aggiunto l’assessore, «non c'è alcuna possibilità di modificare le condizioni in corso di appalto».

Durante l’estate Cm Service ha chiesto una revisione dei prezzi rispetto a quelli di gara, motivandola con errori del capitolato iniziale, differenze di metrature, differenza di classificazione delle aree e diverse interpretazioni. «Per questo è stato aperto un tavolo tecnico di verifica». Saitta ha ancora evidenziato come solamente al termine delle verifiche sarà possibile definire il se e l'eventuale quantum dovuto dall'Asl To4 alla Cm Service, «ovviamente soltanto qualora risultassero veritiere le richieste esposte».