21 aprile 2018
Aggiornato 19:00
Feletto

Feletto in lutto, centinaia di persone per l’ultimo saluto a Raffaele Mazzamati

In tantissimi erano presenti per il funerale di Raffaele, volato via in un terribile incidente avvenuto sulla provinciale tra Ozegna e Rivarolo Canavese, all’altezza della curva del Bogo. Insieme a lui ha perso la vita anche Debora Biscuola

Raffaele Mazzamati, sorridente a lavoro (© Facebook)

FELETTO - E’ stato un ultimo saluto molto sentito quello dato a Raffaele Mazzamati nel primo pomeriggio di oggi nella chiesa parrocchiale di Feletto. Erano presenti in tantissimi, molti dei quali fino a pochi giorni fa lo vedevano girare per le strade di Feletto, con il suo sorriso stampato in volto e quella voglia di vivere di un uomo di 35 anni con tante passioni. E invece è stato strappato alla vita in un incidente maledetto avvenuto sulla provinciale tra Ozegna e Rivarolo Canavese, all’altezza della curva del Bogo che ora è sul banco degli imputati per la sua pericolosità e i suoi troppi incidenti.

Tutta Feletto si è fermata in segno di lutto per Raffaele, un trentacinquenne conosciuto da tutti, falegname, frequentatore della Pro Loco, di cui lo zio è presidente. Amava giocare a calcio balilla e oggi per lui era presente la squadra dell’associazione Salassa con cui aveva condiviso tanto del suo tempo libero. Presenti anche la banda, gli amici, i concittadini e altre persone che, anche se non lo conoscevano personalmente, hanno voluto essere presenti perché colpiti da una morte così assurda. In prima fila tutta la famiglia: Isabella e Vincenzo, la mamma e il papà, e i fratelli e sorelle Gianni, Antonio, Maria Concetta e Carmen.

«Ricordatelo così una persona semplice sempre a disposizione di tutti, mi ha fatto molto piacere vedervi tutti al rosario. Lui sicuramente ci sta già guardando e ridendo con gli angeli», così ha scritto Gianni, il fratello di Raffaele, postando una fotografia che lo ritrae sorridente a lavoro.