20 novembre 2017
Aggiornato 04:30
Vigili del Fuoco al lavoro

Incendi in Piemonte, trovati inneschi nel torinese

Il Presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino: «La situazione, al momento, sembra sotto controllo»

Incendi in Piemonte, trovati degli inneschi nel Pinerolese: «La prova che molti sono dolosi» (© ANSA)

TORINO - Nella Valle Sangone, una delle vallate piemontesi devastate dai roghi in questi giorni,sono stati trovati inneschi incendiari: alcuni hanno funzionato, altri no. Lo hanno rivelato i responsabili delle squadre di intervento, a Giaveno (Torino), dove è arrivato il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino. Le indagini sono condotte dal nucleo investigativo dei Carabinieri forestali.

VIGILI DEL FUOCO AL LAVORO - «La situazione, al momento, sembra sotto controllo - ha detto il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino oggi sui luoghi degli incendi -. Anche se un cambiamento di clima repentino può riaccendere i focolai, quindi non si può mollare l'attenzione e l'allerta». Ora il vento è calato, ma già stasera dovrebbe riprendere. Per questo i vigili del fuoco sono impegnati a consolidare i punti critici. Le fiamme che da giorni devastano il Piemonte non hanno risparmiato il bosco dell'Alevè, la foresta di pini cembri più estesa e antica d'Europa, citata anche nell'Eneide di Virgilio.