20 novembre 2017
Aggiornato 04:30
L'evento

«50 anni Doc»: tre giorni per celebrare Erbaluce di Caluso e Nebbiolo di Carema

L'ultimo fine settimana di ottobre sarà Doc, in Canavese, grazie all'evento enogastronomico che si svolgerà a Parella nel Castello sede di «Vistaterra» tra degustazioni, incontri, laboratori e musica

«50 anni Doc»: tre giorni per celebrare Erbaluce di Caluso e Nebbiolo di Carema (© M. Gjivovich)

PARELLA - Un appuntamento imperdibile per enoappassionati ed addetti ai lavori. «50 anni Doc» si svolgerà dal 28 al 30 ottobre. Saranno tre giornate intense quelle organizzate dal Consorzio di Tutela Caluso Carema Canavese a Parella nello splendido Castello. Un evento aperto a tutti con  possibilità di degustare in una volta sola tutte e 30 le cantine produttrici consorziate, degustando i piatti del territorio proposti dai grandi chef dell'Asso Ristoranti Tradizione con i prodotti del Consorzio Valli del Canavese o i prodotti dei Maestri del Gusto canavesani; attratti dai laboratori di degustazione condotti da valenti sommelier o dal semplice desiderio di vedere lo splendido e rinato Castello di Parella al centro del Canavese, Una sede prestigiosa ed affascinante per celebrare i produttori canavesani dell' Erbaluce «oro del Canavese» e dell'eroico Nebbiolo di Carema: le due stelle dell'enologia canavesana che, sempre di più, affascinano palato ed anima degli intenditori di vino in tutto il mondo.

Logo 50 Anni DOC

Logo 50 Anni DOC (© Consorzio di Tutela Caluso Carema Canavese)

La cena di gala e la tavola rotoda
Si comincia la sera di sabato 28 ottobre alle 20, all'interno della splendida galleria del Castello, con la Cena di Gala preparata dagli Chef della Tradizione Canavesana, con i prodotti territoriali delle Valli del Canavese, reinterpretando un eccellente menu con l'ausilio di Erbaluce Docg e Carema Doc. La mattina di domenica 29 ottobre, nella Sala Giove dalle 9.30 si terrà un vero e proprio «talk-show» con vignaioli storici e giovani enologi, con grandi firme del vino e della gastronomia nazionale ed internazionale, giornalisti e prestigiosi addetti ai lavori e in presenza, anche, di tutti i sindaci del territorio Doc. La tavola rotonda è aperta al pubblico e gli argomenti trattati sono racchiusi nel titolo: «1967-2017: Caluso e Carema dalla DOC ad oggi, una visione comune per il futuro». Al termine, per prepararsi al pomeriggio di degustazioni, gli Chef proporranno un Buffet «terroir» con le golosità territoriali canavesane.

Passito, Erbaluce e Rosso Canavese

Passito, Erbaluce e Rosso Canavese (© Consorzio di Tutela Caluso Carema Canavese)

Degustazioni, laboratori e musica
Nel pomeriggio di domenica dalle 14.30 alle 19 si aprirà al pubblico l'Area di Degustazione dove saranno presenti i banchi delle trenta cantine consorziate. Non ci sarà che l'imbarazzo della scelta e per accompagnare i vini saranno anche proposti dei piatti «terroir» dagli Chef della Tradizione Canavesana e si potranno degustare i prodotti dei Maestri del Gusto canavesani e del Consorzio Valli del Canavese. Sempre nel pomeriggio di domenica e su prenotazione (info al 347 8758362) tre importanti laboratori di degustazione condotti dai sommelier Roberto «Leone» Pericci e Domenico Tappero Merlo. «L'Erbaluce e i grandi bianchi delle DOCG», un vero e proprio confronto tra grandi vini bianchi italiani. Alle 15: «Bollicine Autoctone». Alle 16: «Giro d'Italia in 5 Docg». Alle 17: «Dolce Italia: Caluso Passito e i suoi fratelli».  Per animare i visitatori ci sarà la più incredibile street-band italiana: «Bandakadabra!» dalle Olimpiadi di Torino a Terra Madre, dai più importanti jazz festival e gli eventi più prestigiosi d'Europa finalmente in Canavese per regalarci un pomeriggio di grande musica e risate.

(© M. Gjivovich)

La grande chiusura
Lunedì 30 ottobre alle 14.30 riapre al pubblico l'Area di Degustazione dove saranno presenti i banchi delle trenta cantine consorziate in libera degustazione e sempre con la possibilità di gustare le delizie gastronomiche degli chef canavesani e dei produttori agroalimentari.  Ancora un laboratorio di degustazione alle 15 su prenotazione (info al 347 8758362) «Il Carema e i vini della viticoltura eroica». Sarà Domenico Tappero Merlo a condurre il laboratorio che metterà a confronto alcuni grandi rossi con il nostro amato Carema.  Un ultimo, prezioso momento per chiudere in bellezza le celebrazioni. A chiudere l'evento lunedì sarà Luca Martini, miglior sommelier del mondo 2013 . Grande talento, sensibilità, professionalità, conoscenza ed esperienza internazionale sono le doti di Luca l'obiettivo è farlo innamorare del Canavese e dei suoi vini. Per info e prenotazioni 347 8758362 – daniele.artconsulting@gmail.com, consorzio@erbalucecarema.it, www.erbalucecarema.it,