23 ottobre 2017
Aggiornato 02:30
Cinema

Ivreaestate, il grande cinema protagonista della settimana

In programma per la kermesse eporediese tre proiezioni lunedì 24, martedì 25 e giovedì 27 luglio. Ecco i grandi titoli che vi permetteranno di trascorrere le vostre serate sotto le stelle e contemporaneamente in compagnia di un ottimo film

protagonista della settimana (© DavidePro - shutterstock.com)

IVREA – Nuova settimana di cinema per Ivreaestate he riempie il calendario cittadino con 30 proiezioni all’aperto e 17 spettacoli dal vivo. Un programma ricco e lungo, realizzato anche grazie alla collaborazione del Festival Morenica (e di Piemonte dal Vivo), dell’Archivio Nazionale Cinema d’impresa, della cooperativa l'Arte della cura e di Libera ed Emergency. Film, musica, teatro, danza per tutti i gusti con un occhio particolare alla qualità artistica e alla valenza sociale di tutte le proposte, come da tradizione di Ivreaestate, quest’anno alla trentunesima edizione. Lunedì 24 luglio la settimana inizia nel cortile del Museo di Piazza Ottinetti con il film «Smetto quando voglio masterclass» di Sidney Sibilia con Edoardo Leo, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Paolo Calabresi. La banda dei ricercatori è tornata: l’associazione a delinquere «con il più alto tasso di cultura di sempre» di Smetto quando voglio decide di ricostituirsi quando una poliziotta offre al capo, uno sconto di pena e a tutto il gruppo la ripulitura della fedina penale, a patto che aiutino le forze dell’ordine a vincere la battaglia contro le smart drug. Così questi laureati vanno a recuperare un paio di cervelli in fuga e lavorano insieme per stanare i creatori delle nuove droghe fatte con molecole non ancora illegali. Pietro però non può rivelare nulla del suo nuovo incarico alla compagna Giulia, incinta del loro primo figlio, ed è co- stretto ad inventare con lei bugie sempre più colorite. In caso di maltempo la proiezione si terrà presso l'Oratorio San Giuseppe.

Gli altri film della settimana
Martedì 25 luglio e giovedì 27 luglio il cortile del Museo di Piazza Ottinetti si accende con altre due proiezioni: martedì riflettori accesi su «Io, Daniel Blake» film di Ken Loach con Dave Johns, Hayley Squires, Natalie Ann Jamieson, Micky McGregor. Il 59enne Daniel Blake ha lavorato come falegname a Newcastle, nel nord-est dell’Inghilterra per la maggior parte della sua vita. Ora però, in seguito a una malattia, per la prima volta ha bisogno di un aiuto da parte dello Stato. Il destino di Daniel si incrocia con quello di Katie, madre single di due bambini piccoli, la cui unica possibilità di fuga dalla monocamera a Londra è quello di accettare un appartamento a circa 500 chilometri di distanza. Daniel e Katie si troveranno così insieme, confinati in una terra di nessuno e impigliati nel filo spinato della burocrazia delle politiche per il Welfare nella moderna Gran Bretagna. Giovedì sarà la volta di «Free State Of Jones» di Gary Ross con Matthew McConaughey, Gugu Mbatha Raw, Kery Russell. L’incredibile storia vera di Newt Knight, il contadino del Sud degli States che durante la Guerra Civile Americana si ribellò all’esercito confederato. Con l’aiuto un gruppo di agricoltori e di schiavi, Knight guidò una rivolta che portò la Contea di Jones a separarsi dagli Stati della Confederazione. Dalle sue nozze con l’ex schiava Rachel nascerà la prima comunità di razza mista del dopoguerra.