17 agosto 2017
Aggiornato 05:30
Cronaca

Fatture false e autobus utilizzati per trasportare lamiere: scoperta truffa milionaria

L’incredibile frode commessa da questo sodalizio di imprenditori ha permesso loro di evadere milioni di euro di imposte. Ora i responsabili rischiano davvero grosso

La Guardia di Finanza ha scoperto una maxi truffa milionaria (© ANSA)

SAN CARLO CANAVESE - Fatture false per milioni di euro, lamiere trasportate in auto e in autobus: i militari della Guardia di Finanza di Torino hanno scoperto una maxi frode commessa da una società lombarda operante nel settore siderurgico con una sede nel Canavese, a San Carlo. 

Fatture false
Secondo gli investigatori, l’azienda, ha emesso fatture false per una cifra mostruosa, oltre 17 milioni di euro, e attestato falsamente il sostentamento di costi per oltre 16 milioni di euro: un modo efficace per ridurre considerevolmente il proprio reddito e evadere oltre 5 milioni di euro di imposte sul reddito e 3,5 milioni di euro di Iva. Una cifra spropositata.

Le lamiere trasportate
C’è di più: i primi riscontri hanno permesso di scoprire un quadro generale a dir poco incongruente. L’azienda infatti trasportava materiali con mezzi non idonei, come le 30 tonnellate di lamiere trasportate in una Panda o le 28 tonnellate portate con una Ford Fiesta, le 30 con una Kia Picanto e con una Renault Clio. Secondo i documenti di trasporto, anche un autobus è stato utilizzato per il trasporto di 29 tonnellate di lamiera. Le successive indagini, hanno appurato come le società romene, formalmente destinatarie delle lamiere, erano di fatto non operative. Ora i 9 amministratori delle società coinvolte nella truffa rischiano fino a 6 anni di carcere oltre, ovviamente, a dover pagare le imposte e le sanzioni dovute; a tal fine sono iniziate anche le procedure per il sequestro dei loro beni personali per garantire la riscossione di quanto dovuto allo Stato.