23 ottobre 2017
Aggiornato 19:00
Spettacolo

Al Castello di Aglič arriva «Teatro a Corte»

Il festival teatrale nato alla Reggia di Venaria, per i suoi 10anni diventa itinerante. Sabato 1 luglio alle 18 appuntamento con tre interessanti spettacoli. Ecco cosa vi attende

«Teatro a Corte» al Castello di Aglič (© Ufficio Stampa Teatro a Corte)

AGLIE'«Teatro a Corte», il festival nato per accompagnare la riapertura della Reggia di Venaria, compie 10 anni e per l’occasione diventa itinerante, esibendosi su tre palchi diversi. Sabato 1 luglio dalle 18, il Castello Ducale di Agliè ospiterà uno degli appuntamenti in cui si esibiranno Hetre, Dual band e Mr. Tannunzio & His Orchestra.

Hetre
La forza di questo spettacolo di circo e danza è tutta nella semplicità e autenticità del gesto. Il tema centrale di questo lavoro è la solitudine. La solitudine vista e vissuta come necessità di ritrovare un dialogo con se stessi per riscoprire la propria libertà lontano dalle costanti sollecitazioni che arrivano dalla società contemporanea. Così pian piano una giovane donna si allontana dal mondo reale e inizia una ricerca dentro di sé, grazie alla simbiosi con un albero, luogo di contatto diretto con i misteri e con i sogni. Si inerpica sui rami, ne segue la forma e la direzione, la ascolta e si ascolta, sempre più intimamente, per suggerire allo sguardo del pubblico una lenta, sorprendente metamorfosi.

Dual Band Music Circus
Porta quest’anno al Dual Band Music Circus, un nuovo spettacolo ideato appositamente per l’occasione, disegnato nello stile di polifonia umoristica tipico della compagnia. Un viaggio attraverso le epoche, i paesi europei (ma non solo), gli umori e gli stili, mescolando sketch, classici della canzone e musiche originali. Sul palcoscenico il pianista MarIo Borciani, e quattro cantanti-attori: Benedetta Borciani, Lorenzo Bonomi, Lucrezia Piazzolla, Beniamino Borciani, che recitano e cantano in tutte le lingue d’Europa, e anche nella superlingua delle voci che imitano strumenti musicali.

Mr. Tannunzio & His Orchestra
Uno spettacolo di teatro di strada e musica tradizionale e popolare italiana: trasposizione on the road della vita quotidiana di Mr.Tannunzio, capocomico e dottore ciarlatano, e dei suoi servi di scena maldestri orchestrali polistrumentisti e musici vagabondi, Clarino e Pasciarello. È uno spettacolo tragicomico che si inserisce nella produzione teatrale di Commedia dell’Arte contemporanea in chiave musicale, vero e proprio folk musical, con giovanotti sempre in cerca di fortuna, soldi, pronti ad ammaliare e incantare fanciulle con le loro sgangherate serenate ed a vendere finti elisir di lunga vita ed improbabili rimedi.

Il Castello di Agliè
Prima di passare nel Settecento ai Savoia, il Castello di Aglié fu la dimora del conte e letterato Filippo San Martino d’Aglié, discendente della famiglia che ne possedeva il feudo già dal Medioevo. Su progetto di Amedeo di Castellamonte, il vecchio castello fortificato venne trasformato in palazzo; il vasto cantiere si avviò a partire dal 1642, ma l’intervento divenne sostanziale dal 1646 sviluppandosi nell’arco di circa dieci anni. Nel primo Ottocento, la residenza, che conta ben trecento stanze, fu scelta per la villeggiatura dal Re Carlo Felice e da lui fatta in parte ridecorare: sono da ammirare il grande salone da ballo affrescato e stuccato, la quadreria e le preziose collezioni di reperti archeologici. L’edificio è attorniato da un giardino all’inglese e all’italiana e da un grande parco con alberi centenari.