18 agosto 2017
Aggiornato 05:00
Trasporti pubblici

«Bonus pendolari», stanziati 700mila euro per chi ha subito ritardi e disservizi coi treni

I fondi sono stati deliberati dalla Regione Piemonte. Al momento della sottoscrizione di un nuovo abbonamento sarà riconosciuto in automatico uno sconto. Si può aderire dal primo settembre al 31 ottobre prossimi

Passeggeri pronti a salire sul treno (© Regione Piemonte)

Dal 1° settembre al 31 ottobre prossimi i pendolari piemontesi potranno recarsi alle biglietterie delle stazioni ferroviarie per richiedere il bonus che costituisce un parziale ristoro dei ritardi e dei disservizi patiti nel corso del 2016. La decisione è stata assunta il 12 giugno dalla Giunta regionale, che ha stanziato 700.000 euro.

La delibera stabilisce che per gli abbonamenti mensili verrà riconosciuto automaticamente uno sconto del 10% per le tratte regionali e sovraregionali con origine o destinazione Piemonte. Il tutto relativamente ai mesi di settembre, ottobre, novembre e dicembre. Per gli abbonamenti annuali lo sconto sarà del 5%, mentre per i Formula con zone e tratte (41/13/A) e Formula con zona Pin (Pinerolo), la percentuale sarà rispettivamente del 3% e del 5%.

Dal bonus è stato escluso l'abbonamento 'solo Formula', in quanto l'elevatissimo numero di questi tagliandi avrebbe infatti reso irrisorio il singolo rimborso e perchè riguarda pendolari che possono contare su più servizi, ferroviari e stradali, il che rende meno pesanti gli eventuali disservizi.

L'assessore ai Trasporti commenta che il bonus, che non veniva più erogato dal 2013, rappresenta il mantenimento di una promessa fatta ai comitati dei pendolari e un significativo sforzo della Regione in un contesto di scarsità di risorse.

Ulteriori dettagli sulle modalità di richiesta saranno pubblicati prossimamente sui siti di Trenitalia e dell’Agenzia della mobilità piemontese.