23 ottobre 2017
Aggiornato 19:00
il caso

Panchine come bare a Ivrea: la disputa non si ferma, ma i cittadini danno soluzioni

Continua il dibattito sulle panchine-bare di piazza Città a Ivrea: la giunta è chiamata a trovare una soluzione entro l'estate. Intanto i cittadini già pensano ad alcune soluzioni

Soluzioni panchine Ivrea (© Foto di Andrea Moretto)

IVREA - La disputa delle ‘panchine-bare’ di Ivrea va ormai avanti da settimane. Il dibattito, particolarmente acceso, ha avuto addirittura una risonanza nazionale finendo sui principali media italiani che hanno portato alla luce il disappunto dei cittadini. Per molti, infatti, le panchine di piazza Città a Ivrea avrebbero l’aspetto di bare, soprattutto quelle dotate di fioriere. Il dito è puntato contro l’amministrazione comunale poiché l’iniziativa rientra nel progetto di sistemazione della piazza, costato circa 50mila euro e volta - soprattutto - a scoraggiare la sosta selvaggia all’interno dell’area.

Una soluzione entro l’estate
E a unirsi ai cittadini contrari c’è anche l’intero consiglio comunale che lo scorso lunedì ha approvato una mozione del Partito Democratico che impegna sindaco e assessori a farsi venire in mente - entro l’estate - qualche idea che possa correggere quello che da molti è stato definito un vero e proprio scempio o, in caso contrario, a ricollocare le panchine in un altro luogo più appropriato. Se da una parte, infatti, l’iniziatva è stata definita dall’Assessore all’Urbanistica Giovanna Codato «un arredo sfidante e di rottura», dall’altra si tratta di una scelta che non solo non è stata compresa dalla cittadinanza, ma è stata addirittura rifiutata. L’obiettivo è quindi correre ai ripari e la giunta è chiamata a farlo in breve tempo, prima che finisca l’estate.

Soluzioni panchine Ivrea

Soluzioni panchine Ivrea (© Foto di Andrea Moretto)

La risposta dei cittadini
Intanto sui social network, in particolare sul gruppo 'Sei di Ivrea se...', diversi cittadini stanno proponendo delle soluzioni alternative per «aggiustare il tiro». Dalle panchine in plastica trasparenti a soluzioni più artistiche che vedrebbero posizionate sulle panchine in calcestruzzo di piazza Città delle tele dipinte e raffiguranti  paesaggi o agglomerati urbani. In questo caso, ad esempio, le panchine continuerebbero a essere ubicate nella stessa posizione, ma sarebbero ricoperte da dipinti, diventando - in un certo senso - degli «arredi d’autore». Si tratta semplicemente di una bozza e di una idea che permetterebbe di dirimere la disputa ed evitare che le panchine vengano completamente rimosse ed evitando - inoltre - l'ennesimo sborso di denaro .