23 ottobre 2017
Aggiornato 02:30
Cronaca

Evaso tenta la fuga ma qualcosa va storto: acciuffato vicino al cimitero

I carabinieri sono intervenuti e hanno circondato l’evaso, un cittadino marocchino di 20 anni: è stata la segnalazione di un cittadino a incastrare il giovane

IVREA - Ha visto un giovane incappucciato aggirarsi con fare sospetto tra il cimitero e la stazione ferroviaria, così ha deciso di contattare i carabinieri: è grazie alla segnalazione di un privato cittadino che i militari di Ponte Canavese sono riusciti ad acciuffare un giovane evaso dagli arresti domiciliari.

Il secondo arresto e il carcere
L’evaso, un 20enne di nazionalità marocchina, non appena ha visto i carabinieri si è dato alla fuga, nascondendosi in un capannone abbandonato e poi sul tetto di un vagone in disuso. Circondato dai militari, alla fine ha dovuto arrendersi e consegnarsi ai carabinieri che l’hanno condotto in caserma. Il giovane è stato arrestato in flagranza di reato per evasione. Questa volta però, invece che essere sottoposto agli arresti domiciliari, il 20enne è stato condotto direttamente in carcere.