28 giugno 2017
Aggiornato 15:30
Banchette

Aggredisce il marito ottantenne in casa e prova a ucciderlo, poi si taglia la gola

Poteva finire in tragedia quanto avvenuto a Banchette, vicino Ivrea. Due coniugi ora sono ricoverati in ospedale: la donna, più grave, è ricoverata al Mauriziano di Torino.

Tentato omicidio e tentato suicidio a Banchette (© )

BANCHETTE - Il giallo di Banchette è stato risolto con i carabinieri che hanno scoperto cosa è successo nella giornata di ieri nell’appartamento di via Pavone dove, durante un intervento congiunto con il 118, hanno trovato due coniugi con ferite da taglio alla gola. I primi accertamenti avevano fatto escludere la pista di un’aggressione. Più probabile un litigio tra marito e moglie e così infatti è stato. Tutto è iniziato prima delle 8.30 di mattina: secondo la ricostruzione dei militari dell’Arma, la donna, C.A.S. di 80 anni, ha prima colpito il marito al collo più volte con un coperchio in alluminio di un barattolo, poi ha provato a togliersi la vita procurandosi lesioni anche lei al collo.

Prognosi riservata al Mauriziano
I coniugi sono stati trasportati d’urgenza all’ospedale di Ivrea. L’uomo è stato giudicato guaribile in 20 giorni per le lesioni al collo, la donna invece, più grave, è stata trasferita al Mauriziano di Torino dove si trova in prognosi riservata per «ferite da taglio autoinferte».

Moglie denunciata per tentato omicidio
A seguito di quanto è stato accertato dai Carabinieri, la donna è stata denunciata in stato di libertà per il tentato omicidio del marito. Restano per il momento ancora sconosciute le motivazioni che hanno spinto l’ottantenne ad aggredire il marito.